"Ho la certezza che potrà esserci un mondo diverso da quello che abbiamo, un mondo che tocca a noi costruire." Alex Zanotelli

Gruppi e banchetti

La storia dello sviluppo del commercio equo a Verona vede  il fondamentale apporto dei  gruppi d'appoggio che a livello locale gestiscono periodicamente dei banchetti.

 

La presenza diffusa sul territorio di gruppi parrocchiali, associazioni, scout ha nel tempo garantito una diffusione dei principi del commercio equo e solidale e la conoscenza dei prodotti.

 

In alcuni casi l'esperienza dei gruppi ha condotto ad un cammino verso l'apertura di una vera bottega del mondo.

E' il caso della bottega di Bovolone, della bottega di Legnago e della bottega di Negrar.

 

 

 

 

 

 

COSA PROPONIAMO

  • Prodotti per bancarelle con possibilità di rendere l'invenduto
  • Prodotti e macchine del caffè per punti ristoro di feste e sagre che vogliono differenziarsi con una proposta che fornisce garanzie di rispetto delle persone e dell'ambiente

Qualunque associazione o insieme di consumatori critici può decidere di realizzare bancarelle eque e solidali, diffondendo così un nuovo modo di consumare e di creare un'economia di giustizia.


Ai gruppi si applica una fascia di sconto che di solito viene utilizzata per il sostegno di progetti propri.

  banchetto equo solidale
macchina caffè per sagre - equo solidale

 banchetto gruppo cà di david

incontri 1993 gruppo missionario Ca' di David

 

UNA TESTIMONIANZA

 

Ciao, siamo il gruppo missionario parrocchiale di Cadidavid.

 

Il gruppo ha una lunga storia, con priorità ed attività legate ai periodi storici:   dall'impegno del laboratorio missionario delle zelatrici del 1931, ai container per i missionari, dal "gemellaggio" con Cafal in Africa, all'animazione del territorio, fino all'oggi della festa dei popoli di zona, degli incontri con gli immigrati, dell'animazione pastorale, dello scambio con i missionari e dell'impegno nei progetti di solidarietà...

 

Siamo 6-7 persone adulte e ci troviamo mensilmente, in un incontro di breve preghiera per il mondo, di programmazione, organizzazione e quindi soprattutto operativo.

 

Il contatto con la realtà del commercio equo e solidale è avvenuto più di 20 anni fa e da allora allestiamo stabilmente la bancarella alle Palme,  all'interno del Bazar ( un mercatino costituito da varie associazioni e gruppi, con l'intento di un progetto comune di solidarietà) e saltuariamente alla Festa dei popoli o in altri momenti dell'anno. All'epoca avevamo organizzato con le Acli incontri di informazione sul commercio equo per le persone del territorio.

 

Da vari anni alcuni prodotti alimentari del commercio equo sono presenti i un negozio del quartiere, mentre anni fa lo erano in più negozi.

 

Nell'ambito di feste, cene povere, bazar o altri momenti di incontro, cerchiamo di utilizzare i prodotti del commercio equo, come caffè tè, magari provenienti dal paese di cui parliamo nell'incontro.

 

Proponiamo  il materiale informativo del commercio equo, propagandando sempre le corrispettive iniziative, nella bacheca parrocchiale e un anno anche alla tenda dell'ottobre missionario.

 

Nelle feste di Prima Comunione e Cresima, alcuni anni abbiamo proposto alle famiglie l'utilizzo di prodotti artigianali del commercio equo.

 

Per alcuni anni abbiamo partecipato ad un incontro con il gruppo fidanzati proponendo, tra le informazioni sugli stili di vita, anche le bomboniere eque.

 

Abbiamo la fortuna di avere una persona del quartiere volontaria alle Rondini, come lo sono stati nel passato anche alcuni giovani.

 

Ci auguriamo di mantenere dinamico questo contatto e magari maturi in iniziative entusiaste, vicine ai giovani, permeate dalla testimonianza concreta nella quotidianità della vita di ognuno.